Crea sito
 

Posts belonging to Category EVENTI



APPUNTAMENTI INTERRELIGIOSI PER IL MESE DI MAGGIO 2017

maggio

Fra teologia delle religioni e dialogo interreligioso

convegno-religioni-e-dialogo-1leggi il programma

convegno-religioni-e-dialogo

«CRISTIANI E BUDDISTI: PERCORRIAMO INSIEME LA VIA DELLA NON VIOLENZA»

MESSAGGIO PER LA FESTA DI VESAKHwesak-video-tb-wb1  leggi tutto:  vesakh-2017-italian

ARCOBALENO DI POPOLI – ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

festa-dei-popoli

ADORAZIONE EUCARISTICA NELLA CATTEDRALE DI PALERMO PER L’UNITA’ DELLA CHIESA PALERMITANA. IL VESCOVO LOREFICE: “GRAZIE PALERMO!”

Grazie Chiesa amata di Palermo, non siamo qui perché dovevamo dimostrare qualcosa a qualcuno, siamo qui perché solo lo Spirito ha il potere di riunirci nel profondo. Perché non c’è Chiesa se non camminiamo tutti insieme”. Con queste parole pronunciate con un nodo in gola e visibilmente emozionato Monsignor Corrado Lorefice ha espresso, solo alla fine della celebrazione, l’essenza profonda dell’adorazione eucaristica che si è svolta stasera in Cattedrale. I fedeli palermitani hanno risposto in massa al richiamo del loro Arcivescovo. In migliaia hanno affollato la Cattedrale per assistere all’adorazione eucaristica fortemente voluta da Lorefice e dall’intera Curia cittadina per fermarsi e pregare insieme e intensamente per l’unità della Chiesa palermitana.

(Pino Grasso, scive)  Una folla trabocchevole di fedeli, ha risposto entusiasticamente all’invito dell’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice di pregare per l’unità della Chiesa di Palermo. Martedì sera erano almeno 4.000 le persone che hanno partecipato con grande devozione, all’Adorazione Eucaristica svoltasi in Cattedrale e tra questi tantissimi presbiteri, diaconi, religiosi e i fedeli laici provenienti anche dai paesi più lontani dell’Arcidiocesi di Palermo come a dimostrare che la Chiesa può essere ferita, ma non divisa.

Non solo le panche della navata centrale, ma anche quelle laterali erano gremite di fedeli oranti. Tanti quelli assiepati vicino l’altare, in ginocchio e in piedi, accanto al maestoso e solenne ostensorio, messo a disposizione per l’occasione dal parroco della Parrocchia Annunciazione del Signore, don Cesare Rattoballi, a forma di mandorla, in metal vetro che rappresenta le due nature di Gesù: umana e divina, ideato dallo stesso parroco e realizzato dall’artigiano Salvatore Landino.
La preghiera è stata lunga, silenziosa, intervallata solo da invocazioni, canti e letture di pericopi tratte dell’Antico e dal Nuovo Testamento che hanno richiamato all’unità, al perdono, alla pace e alla edificazione fraterna.
L’Adorazione è stata presieduta da don Corrado il quale prima della benedizione finale ha ringraziato il Signore con una preghiera spontanea. “Grazie Signore, perché ci permetti di non spegnere lo Spirito. Nessuno di noi è qui per un altro motivo, ma per testimoniare che lo Spirito è all’opera nella sua Chiesa. Oggi ti chiediamo perdono – aggiunge – perché non sempre siamo stati capaci di far si che lo Spirito ci rendesse l’unico corpo di Cristo, a cominciare da me vescovo. Ti chiediamo perdono perché le dottrine formulate ci possono dividere, ma davanti al mistero dell’Eucaristia allora tutti siamo riuniti. Noi stasera soffriamo e soffriremo finché non siamo tutti. Nessuno è un condannato, nessuno è un escluso. Ciascuno è un cristiano perché è un amato, è un perdonato”.padre-magro

17758252_629290993948467_4845059131284355040_o

17620130_629296610614572_963496102306430982_o

17814366_629286340615599_6910728184782863498_o

“LUTERO 500 ANNI DOPO. UNA RILETTURA DELLA RIFORMA LUTERANA NEL SUO CONTESTO STORICO ED ECCLESIALE”

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AI PARTECIPANTI AL CONVEGNO PROMOSSO DAL
PONTIFICIO COMITATO DI SCIENZE STORICHE SU
“LUTERO 500 ANNI DOPO. UNA RILETTURA DELLA RIFORMA
LUTERANA NEL SUO CONTESTO STORICO ED ECCLESIALE”

LEGGI TUTTO:  lutero-500-anni-dopo

S.S. Francesco   :Sala Clementina - Partecipanti al Convegno promosso dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche su "Lutero 500 anni dopo"  31-03-2017

      S.S. Francesco:    Sala Clementina –    Partecipanti al Convegno promosso dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche su      “Lutero 500 anni dopo” 31-03-2017

th7pplqbtn

 

Presentazione del libro: PACE E CONVIVENZA

puntiincontro-palermo-28-03-17-last

PUNTI DI INCONTRO 2017

“PACE E CONVIVENZA CIVILE”   versione testuale

 “Pace e Convivenza Civile” è il tema dell’incontro, in occasione della presentazione di “Pace”, Edizioni Messaggero Padova, un libro in italiano ed arabo e parlare della pace.

L’iniziativa organizzata organizzato dall’Arcidiocesi di Palermo e della Comunità Religiosa Islamica Italiana

si è svolta martedì 28 marzo 2017,  alle  ore 18

nella Parrocchia di Santo Espedito in via Nicolò Garzilli 28 a Palermo.

 pace

Relatori:

Mons. Corrado Lorefice – Arcivescovo di Palermodsc_9088

Yahya ‘Abd al – Ahad Zanolo – Coreis Italianadsc_9096

 Padre Giuseppe Ferro Garel – Facoltà Teologica di Siciliadsc_9098

Dr.ssa Maria Antonietta Ancona   –  dell’Istituto siciliano studi ebraici

????????????????????????????????????

 Moderatore:   don Piero Magro – Direttore UPEDI.

dsc_9074

ALTRE FOTO: la-pace

Dare corpo, nella quotidianità, alla pratica del dialogo di Brunetto Salvarani

 

th

 

Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico 15 anni di impegno per la pace www.ildialogo.org

legg tutto l’articolo  specialedialogocristianoislamicoxv

Vespri anglicani in San Pietro, momento ecumenico straordinario

rv24000_lanciograndeLEGGI L’ARTICOLO DI OGGI: vespri-anglicani-in-san-pietro

ROMA – PAPA FRANCESCO IN VISITA ALLA CHIESA ANGLICANA “ALL SAINTS” GEMELLATA CON LA PARROCCHIA DEL DON ORIONE DI “OGNISSANTI” IN VIA APPIA NUOVA

roma-gemellaggio-all-saints-con-ognissanti-02Domenica 26 febbraio 2017 alle ore 16 è cominciata la visita di Papa Francesco alla chiesa anglicana di “All Saints” a Roma in occasione del 200 anniversario della presenza anglicana nella città eterna e nella prossimità dell’anniversario dello storico incontro tra il beato papa Paolo VI e l’arcivescovo di Canterbury Gordon Ramsey avvenuto il 23 marzo 1966 pochi mesi dopo la chiusura del Concilio Vaticano II.
L’evento è stato ancora più significativo perché all’ interno di questa cornice è avvenuta, per l’opera Incessante dello Spirito, una grazia che si riverbererà per gli anni a venire su entrambe le due comunità: quella cattolica e quella anglicana.

Infatti era presente una delegazione, guidata dal parroco Don Francesco Mazzitelli (nella foto),  della parrocchia orionina di Ognissanti in Roma che da almeno 15 anni intesse una feconda comunione ecumenica con la chiesa anglicana di All Saints e la comunità ivi presente. L’indicazione del fondatore San Luigi Orione di perseguire sempre con umiltà ed amore “l’ecumenismo della carità” come chiave di incontro permanente pur nelle differenze teologiche è stata una spinta perché si potesse arrivare alla firma, all’interno del servizio di preghiera e alla presenza di Papa Francesco, di un protocollo di azione sul piano spirituale, intellettuale, morale, sociale e che vedrà nei prossimi anni sempre più le due comunità impegnate insieme nella carità condivisa, nella conoscenza reciproca, nello scambio vicendevole dei rispettivi carismi  accorciare le distanze, contaminarsi vicendevolmente pur nel rispetto delle reciproche identità  come figli e figlie di un unico Dio Padre.