Crea sito
skip to Main Content

All’ONU cristiani e musulmani uniti per i migranti

Il Sacro Corano insegna che “Chiunque uccida una persona, è come se avesse ucciso l’intera umanità” (Corano, V:32), e questo potrebbe essere un riferimento per l’intera comunità islamica mondiale sul modo in cui intendere l’atto criminale. Ciò che rende ancora più atroce il crimine è il fatto che sia perpetrato dietro il pretesto di agire nel nome di Dio o di una religione, contro un credente appartenente alla stessa o a una diversa comunità religiosa.

I nostri sforzi non porteranno frutti se dimentichiamo di mettere in gioco tutte le tre dimensioni che costituiscono la natura dell’uomo, che nelle tradizioni Islamica, Cristiana ed Ebraica sono chiamate Spirito, anima e corpo; l’uomo ha il dovere di preservare queste tre dimensioni nella loro unità e di saperle collegare ad azioni corrispondenti, che possiamo definire educazione interreligiosa, partecipazione sociale e sicurezza globale.

(dall’intervento dell’imam Yahya Pallavicini a New York)

LEGGI TUTTO:  Giornata Internazionale per la Pace promossa dalle Nazioni Unite

unnamed

unnamed (1)

 

Back To Top